Nessuno spazio per l’antisemitismo nel movimento consumerista

0
543

Le associazioni dei consumatori lottano contro le ingiustizie, i diritti dei cittadini non hanno colore, razza, religione, né credo politico

Roma, 22/1/2019 – All’indomani della pubblicazione da parte del Senatore Elio Lannutti del post facebook in cui egli accredita il falso documentale dei cosiddetti “Protocolli dei Savi di Sion”, con l’aggiunta del link a un sito antisemita, è sentita come urgente e doverosa una presa di posizione da parte di Assoutenti.

Il movimento consumerista, di cui anche Elio Lannutti è stato parte negli anni scorsi, non è mai stato né sarà mai antisemita e non vi è spazio in esso per idee quali quelle che si trovano espresse nel suddetto post e nel relativo link.

“Prendiamo atto delle scuse del Senatore Lannutti arrivate in un post successivo – dichiarano Furio Truzzi e Gabriele Melluso rispettivamente Presidente e Vicepresidente di Assoutenti – e ribadiamo che tali concetti non hanno diritto di cittadinanza alcuna all’interno del movimento consumerista italiano”.

Ringraziamo il Vicepremier Luigi Di Maio per aver preso le distanze dalle posizioni espresse nel post del senatore” proseguono Truzzi e Melluso, che aggiungono: “Assoutenti invita tutti, con l’approssimarsi del Giorno della Memoria, a rafforzare i vincoli fondamentali della specie umana”.

“E’ proprio in virtù di questi vincoli – concludono – che ci sentiamo di combattere fino all’ultimo le ingiustizie e le scorrettezze che i cittadini consumatori subiscono ogni giorno, comprese quelle perpetrate da banche e istituti di credito che avrebbero dovuto gestire i nostri risparmi, anziché bruciarli in derivati e titoli tossici”.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

(foto La Stampa)